La comunicazione – una visione generale


La comunicazione è uno scambio di informazioni tra due o più persone; una reciproca condivisione di opinioni, sentimenti ed esperienze.

Saper comunicare ci è utile in ogni ambito della nostra vita data la nostra natura da “Animali sociali” ma, prima di parlare nello specifico di questi ambiti, è bene distinguere due tipi di comunicazione:

  • Comunicazione verbale: è la parte “più visibile” della comunicazione; il messaggio è trasmesso attraverso le parole.
  • Comunicazione paraverbale: indica il modo in cui diciamo qualcosa: le pause tra una parola e l’altra, il tono di voce ed il timbro.
  • Comunicazione visiva: ciò che viene percepito dagli occhi come i movimenti, la postura, il modo di vestire.

Alcune persone si dedicano esclusivamente alla comunicazione verbale, gli studi moderni tuttavia hanno dimostrato che il 70% della comunicazione avviene per via non verbale.

La Comunicazione in ambito professionale

Una comunicazione efficace in ambito professionale è capace di massimizzare la produttività dell’azienda, infatti come dimostrano gli studi, le aziende che sanno comunicare efficacemente hanno un rendimento medio del 47% superiore rispetto a quelle che non comunicano efficacemente. In ambito lavorativo comprendono:

  • La capacità comunicative: intervenire nel momento giusto, saper ascoltare e parlare in modo efficiente, queste competenze sono utili soprattutto al capo di un azienda che se riuscirà a comunicare tempestivamente eviterà incomprensioni e quindi perdite di tempo o danni.
  • Capacità di cooperazione: consiste nel saper interagire e lavorare insieme dividendo equamente la mole di lavoro, questa abilità è utile soprattutto ai dipendenti che, aumenteranno la loro produttività esponenzialmente, evitando di dover ripetere il lavoro o di perdere troppo tempo per completarlo.
  • Abilità nella gestione dei conflitti: il modo in cui gestiamo i litigi, questa abilità richiede un grande livello di autocontrollo e, per il superamento del problema, è necessario che si trovi un accordo utile ad entrambe le parti

Per farsi comprendere meglio è inoltre opportuno utilizzare un linguaggio semplice, concisi e, dove possibile evitare inutili tecnicismi dato che il nostro obbiettivo è fare capire agli altri come dobbiamo suddividerci il lavoro non fargli vedere quanto siamo colti e quanti termini complessi conosciamo.

Come migliorare le abilità comunicative:

Le abilità comunicative come qualsiasi altra cosa possono essere migliorate e spinte ad un livello sempre superiore, per farlo però è necessario molto impegno, una pratica costante e sforzi continui.

Per migliorare la tua comunicazione dovresti prestare attenzione a questo questi punti:

  • La capacità di ascolto: saper ascoltare attentamente il proprio interlocutore prestando attenzione alle parole che dice, questa abilità comprende però anche la capacità di immedesimarsi nel contesto, capire la situazione in cui il tuo interlocutore si trova per capirlo al meglio.
  • Il linguaggio del corpo: come già sottolineato precedentemente, l’importanza linguaggio del corpo è sottovalutata, con esso infatti possiamo mettere a proprio agio una persona ancora prima di aprire bocca; purtroppo è una abilità difficile da allenare poiché per migliorare dovremmo sapere cosa c’è nel nostro modo di fare che potrebbe mettere a disagio una persona, nonostante ciò, ci sono svariati corsi che permettono di allenare questa abilità.
  • Empatia: per una conversazione efficace e per la soluzione di problemi, l’empatia ha un ruolo fondamentale, consiste nel percepire i sentimenti come gioia, dolore, tristezza e felicità; essere empatici vuol dire anche percepire cose che l’interlocutore non ci dice e che a volte nemmeno lui e cosciente di provare.
  • Ascoltati mentre parli:  è molto importante inoltre, che prestare attenzione al modo in cui parli, ascoltandoti innanzitutto, sarai in grado di capire se sei coinvolgente e quindi se gli altri ti ascoltano, se stai utilizzando un linguaggio troppo complesso, se ti stai dilungando troppo nella conversazione oppure se stai usando un tono di voce troppo monotono che sta ti facendo perdere l ascolto e la concentrazione delle persone a cui parli allenando questa capacità imparerai a parlare in modo che le persone ascoltino e siano coinvolte dal tuo discorso.

– by Paninodelmcdonald: Pietro Serreli, Riccardo Toniolo, Noa Barbaglia, Raoul Sorrentino

Previous IL ROMOLO "PERDUTO" DEI MEDICI
This is the most recent story.

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.