“La donna”


Il ruolo della donna è radicalmente cambiato nel corso dei secoli. 

Inizialmente, in epoca antica, alla donna era delegata principalmente la cura dei figli: abbiamo testimonianze di epoca greca e romana che mostrano come le donne fossero parte del nucleo familiare, ma fondamentalmente prive di diritti e libertà. 

Nel Medioevo, soprattutto nella poesia di Dante, Petrarca e Boccaccio, la donna appare quasi come un completamento dell’anima dell’uomo, figura angelicata in grado di condurre lo spirito dell’uomo vicino a Dio.¬†¬†¬†

Con il progresso economico √® arrivato anche quello sociale, e la donna ha iniziato ad acquistare maggiori libert√† e importanza, soprattutto grazie all’opera di alcune attiviste che nel Novecento si sono impegnate con forza per ottenere parit√† sul lavoro e nei diritti civili, come quello di voto. L’opera delle suffragette √® ancora oggi considerata fondamentale per l’ottenimento della parit√† politica delle donne nella societ√†.¬†

Nonostante i numerosi passi avanti fatti nei secoli a proposito dell’uguaglianza fra uomo e donna, a mio avviso ancora c’√® molto da fare. Le cariche pubbliche e i ruoli apicali sono ancora oggi coperti principalmente da uomini, limitando il potere nelle mani maschili. Allo stesso modo, la disparit√† salariale a parit√† di ruoli e competenze sul lavoro √® ancora oggi un fenomeno ben noto, su cui sarebbe opportuno accendere ulteriormente i riflettori.¬†

Altro aspetto da considerare √® quello che riguarda la violenza domestica: ancora troppe donne, non solo nei paesi in via di sviluppo, ma anche in quelli pi√Ļ avanzati, sono oggetto di maltrattamenti, abusi e uccisioni.¬†

Il movimento internazionale “Non una di meno” negli ultimi anni ha messo l’accento sull’importanza di tutelare le donne anche in questo senso, soprattutto di fronte alla denuncia dei maltrattamenti subiti.¬†

Mi sento fortunato quando penso che nel mio Paese i diritti delle donne stanno, seppur gradualmente, aumentando, insieme alla consapevolezza di un bisogno di reale parità e di un linguaggio inclusivo. 

Quanto al ruolo della donna nella famiglia, credo che la coppia debba fondarsi sui principi di fiducia reciproca, tutela e rispetto, e dunque che anche nei ruoli familiari debba esserci una reale divisione del lavoro. 

I movimenti femministi stanno aumentando in questi anni la consapevolezza sui temi che riguardano un nuovo tipo di mondo, di società e di famiglia: sono fiducioso che nei prossimi anni possano essere raggiunti traguardi che finora non sono ancora stati tagliati. 

Articolo scritto da: Alessia Agata Maria Calcagno, 5E

Previous Mancanza di farmaci in africa e conseguente mancanza di cure accessibili a tutti
Next ‚ÄúBiotecnologie e medicina‚ÄĚ

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.