Un classico in rosa:Legally Blonde!


“La rivincita delle bionde”,comunemente conosciuto come “Legally Blonde”,è una commedia prodotta nel 2001 da Robert Luketic ispirandosi all’omonimo romanzo di Amanda Brown. Nella commedia appaiono un sacco di facce familiari: Reese Witherspoon che interpreta la protagonista Elle Woods, Luke Wilson nel ruolo dell’avvincente avvocato Emmett Richmond e tanti altri. 

Il film diventa velocemente un successo per la storia che racconta:piacevole e semplice da seguire, la storia raccontata è ispirata dall’esperienza della autrice Brown in quanto “bionda” alla Stanford Law School. 

LA TRAMA 

Elle Woods ha una vita perfetta: è popolare, ha il perfetto ragazzo ed è amata da tutti. Il suo sogno perfetto è interrotto però proprio dal fidanzato Warner Huntington III che una sera la lascia. Elle, che invece sperava nella proposta di matrimonio da lui, rimane sconvolta e decide di seguire il ragazzo ed ottenere una laurea in Giurisprudenza per riconquistare l’ormai ex-fidanzato.  

Arrivata alla Harvard Law School con un punteggio perfetto Elle ha difficoltà ad inserirsi inizialmente: Vivian, l’attuale fidanzata di Warren la prende di mira, facendola apparire stupida. Elle ci insegna però un’importante lezione:stanca delle continue prese in giro decide di concentrarsi su se stessa, ignorando la perfida Vivian. 

Il professor Callahan, uno degli insegnanti di Elle, sceglie tre studenti per accompagnarlo nel suo lavoro e fargli da tutori; questi tre studenti sono proprio Elle, Viviane e Warren che insieme affrontano il loro primo caso: Brooke Windham, un’importante istruttrice di fitness, accusata dell’omicidio del marito. Mentre lavorano al caso Vivian e Elle mettono da parte le loro diversità guadagnandosi l’una il rispetto e l’amicizia dell’altra. 

Una sera mentre Elle sta lavorando al caso viene importunata dal professor Callahan che ammette di averla scelta solo per il suo aspetto grazioso. Elle, scossa dall’accaduto, rinuncia al tirocinio e racconta tutto ad Emmet che a sua volta si rivolge a Brooke con la quale Elle ha stretto intanto una stretta amicizia. Brooke licenzia Callahan e nomina Elle come suo avvocato. 

Elle sarà guidata proprio da Emmet, poiché come studentessa di Giurisprudenza e non avvocato praticante ha bisogno della supervisione di un avvocato autorizzato, conduce il processo per scagionare la sua amica da ogni accusa: mentre interroga la figlia del defunto nota delle incongruenze nel suo interrogatorio, facendola così crollare e confessare il suo crimine. 

Subito dopo il processo Warner chiede a Elle di tornare insieme ma l’ormai maturata studentessa lo rifiuta affermando che il suo obiettivo ora è diventare un famoso avvocato. Il film si conclude 

con il discorso che Elle Woods tiene per la classe diplomata nel 2004. 

CI PIACE PERCHE’… 

Già nei primi dieci minuti del film capiamo che Elle Woods è un personaggio “nuovo”: normalmente le ragazze rappresentate come lei sono le antagoniste popolari contro cui la protagonista deve lottare; Elle invece è amata da tutte le sue sorella della confraternita ed anche quando è in conflitto con Vivian non perde la sua energia, conservando per chiunque una parola gentile. 

Elle, prima di entrare nella facoltà di legge, è fortemente sottovalutata: anche la sua famiglia rimane scioccata dalla notizia e cerca di dissuaderla dal percorrere un tale cambio di carriera. La nostra eroina però non si intimorisce: conosce bene gli ostacoli che la aspettano ed è pronta a lottare per raggiungere i suoi obiettivi. 

Elle Woods con il suo carattere solare ispira milioni di ragazzine(e non solo) insegnando loro importanti lezioni come la fiducia in se stesse, che deriva dal concentrarsi sui propri progressi senza confrontarsi con gli altri, l’amicizia tra donne e il coraggio di parlare di un abuso subito anche ad un semplice conoscente. 

by Cisa21

Previous Il fast fashion e il thrifting: che cos'è e come aiuta il pianeta?
Next LSD: la genesi

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.