Viaggio a Barcellona


Barcellona, come risaputo, è una città che grazie al suo fascino conquista ogni anno circa 8 milioni di turisti, provenienti da tutto il mondo. Vorresti essere tu il prossimo a visitare questo gioiello di architettura, opera del celebre Antoni Gaudì? Se la risposta è affermativa, questa guida verrà in tuo soccorso.

Quando andare a Barcellona

Il clima di Barcellona è di tipo mediterraneo, con estati piuttosto calde, vista anche la latitudine (simile a quella di Roma), ed inverni miti. La vicinanza con il mare, inoltre, rende bassa l’escursione termica. Barcellona, quindi, è visitabile in qualunque periodo dell’anno, cercando di evitare i mesi estivi se non amate il caldo (a meno che non siate a Barcellona per una vacanza di mare) o viceversa per quelli invernali.

Barcellona

Gen

Feb

Mar

Apr

Mag

Giu

Min Media (°C)

5

5

7

9

13

17

Max Media (°C)

14

14

16

18

21

25

Barcellona

Lug

Ago

Set

Ott

Nov

Dic

Min Media (°C)

20

20

17

14

9

6

Max Media (°C)

28

29

26

22

17

14

Come raggiungere Barcellona 

L’aeroporto di Barcellona, El Prat, effettua collegamenti giornalieri con la maggior parte delle compagnie aree internazionali, sia di bandiera che low cost. Se siete abituati a viaggiare con una particolare compagnia, ecco la lista sul sito ufficiale dell’aeroporto, disponibile solo in lingua inglese, spagnola o catalana. In ogni caso, Alitalia, EasyJet e Ryanair servono El Prat tutto l’anno, con più di un collegamento giornaliero.

In alternativa, se preferite, è possibile raggiungere Barcellona via nave. Numerose sono le crociere nel mediterraneo che fanno scalo a Barcellona, soprattutto nel periodo estivo. Tra queste MSC e Costa Crociere, con collegamenti da Genova, Civitavecchia e Cagliari.

Effettuando la prenotazione con anticipo, entrambe le proposte possono essere economiche e alla portata di tutti.

Raggiungere Barcellona via auto, invece, risulta essere un po’ più faticoso, non tanto per una questione di collegamenti o strade, quanto per la durata del viaggio. Circa 10 ore da Milano e 14 ore da Roma. Se siete dei temerari o preferite avere con voi la macchina, anche questa ipotesi è, più o meno, fattibile.

Come raggiungere il centro di Barcellona dall’aeroporto

Esistono numerosi collegamenti per raggiungere il centro di Barcellona partendo da El Prat, scopriamoli insieme:

Aerobus: passa ogni 5/10 minuti sia dal terminal 1 che dal terminal 2, se atterrate con EasyJet al terminal 2C dovete camminare circa 5 minuti, passando per il terminal 2. La durata totale del viaggio, verso plaça Catalunya (capolinea) è di circa 35 minuti, con le seguenti fermate intermedie:

  • Aeroporto El Prat
  • Plaça Espanya
  • Gran Via (in direzione centro città)
  • Carrer Sepulveda (in direzione aeroporto)
  • Plaça Universitat
  • Plaça Catalunya

Il costo del singolo biglietto è di 5,90€, mentre andata e ritorno sono 10,20€. Consiglio di acquistare i biglietti on line e di stamparli a casa, in quanto è più economico che farli direttamente sull’autobus. L’aerobus è fornito di connessione Wi-Fi gratuita, un ampio spazio dove poter riporre i bagagli, prese di correnti dove caricare i cellulari (le prese di corrente in Spagna sono le stesse italiane) e schermi dove vi verranno mostrate le principali attrazioni della città, con una breve spiegazione accanto. L’aerobus è fornito di tutti i servizi necessari per il trasporto di una persona disabile.

Metropolitana: al costo di 4,50€ la metro vi permette di raggiungere qualunque punto della città. La linea che collega l’aeroporto al centro è la L9. La metro passa sia dal terminal 1 che dal terminal 2, entrambe le fermate sono poco fuori dagli arrivi, basta comunque seguire le indicazioni con il rispettivo simbolo, ovvero la classica “M” romboidale.

La metro, nel corso del suo tragitto, offre scambi con altre linee della metropolitana, ovvero L8, L5, L1 e L3, e scambi con le linee dei treni regionali R2 Nord, R2 e R2 Sud.

Treno: al costo di 4,10€ il treno vi permette di raggiungere solamente alcuni punti centrali della città, se non alloggiate nei paraggi di queste stazioni è più conveniente la metro. La linea che serve l’aeroporto (solo dal terminal 2) è la R2 Nord (Aeroport – Macanet Massanet). La linea offre scambi con tutte le linee di metropolitana e con tutte linee regionali che servono la città. Per maggiori informazioni, ecco il sito ufficiale delle ferrovie di Barcellona.

Riepilogando:

Aerobus Metropolitana Treno

Costo

5,90€ (solo andata)

10,20€ (andata e ritorno)

4,50€

4,10€

Raggiunge qualunque punto della città?

No, solo alcune fermate (quelle sopracitate)

No, ma offre altri collegamenti

Da dove parte? Terminal 1 e Terminal 2 Terminal 1 e Terminal 2

Solo dal Terminal 2

Dove alloggiare a Barcellona

Barcellona è ricchissima di hotel, dal più economico al super lussuoso. Troverete sicuramente un hotel adatto a voi su uno dei numerosi siti come Booking, Tripadvisor o Trivago. Il mio consiglio, però, è quello di provare a guardare per un piccolo appartamento su Airbnb, in quanto potreste trovare prezzi più vantaggiosi; certo è che dovete conoscere almeno una base di spagnolo o inglese in quanto dovrete comunicare con la persona che vi affitta la camera per una qualunque informazione di cui abbiate bisogno. Infine, per i giramondo, è possibile consultare anche numerosi ostelli su Hostelword. Passiamo ora in rassegna i vari quartieri di Barcellona per capire quale di questi è più adatto a voi, anche economicamente.

Les Corts: situato nell’estremo ovest della città, Les Corts è un quartiere recente nel quale si trova lo stadio della squadra di calcio FC Barcelona. È una zona residenziale, tuttavia ha ancora una discreta vita notturna. Non è particolarmente consigliato se dovete muovervi a piedi in quanto è molto distante sia dal centro, che dalla Sagrada Familia. La zona tuttavia presenta hotels e ostelli a prezzi vantaggiosi.

Eixample: situato nella zona centrale della città, è il miglior quartiere dove alloggiare a Barcellona. Si trova infatti a una distanza tale da essere comoda per visitare l’intera città. È una zona moderna, tipici sono i larghi viali anche a cinque o sei corsie che la caratterizzano, ricca di negozi dei più famosi marchi d’abbigliamento ed è ben servita con i mezzi pubblici. Hotels e ostelli presentano una gran varietà di fasce di prezzo, in base a quanto siete disposti a spendere, ma in generale sono abbastanza economici.

Sagrada Familia: è il quartiere che si trova attorno alla celebre basilica. È un quartiere abbastanza tranquillo anche se la vita notturna non è poi così scarsa. Hotels e ostelli hanno prezzi leggermente più elevati, ma non eccessivi.

Gotico e Raval: sono i quartieri che sorgono nei pressi della Rambla. Ovviamente sono i più centrali di tutta la città ma proprio per questo motivo sono anche abbastanza cari. La zona è frequentatissima sia di giorno che di notte dai turisti, quindi se state cercando un luogo rilassante non è proprio quello che fa al caso vostro. Al contrario, è perfetta per chi vuole divertirsi, moltissime sono le opportunità sulla Rambla che si svolgono durante tutto l’anno.

La Barceloneta: situato sulla costa, è la zona della spiaggia, da cui prende anche il nome. È una zona piuttosto rilassante in quanto i numerosi ristoranti e bar che vi si trovano, chiudono tutti abbastanza presto la sera. Tuttavia, proprio per la sua vicinanza alla spiaggia, non è particolarmente vantaggiosa per quanto riguarda i prezzi, questi infatti sono i più cari di tutta Barcellona.

Gracia: situato nell’estremo nord della città, il quartiere Gracia è quello più vicino al Parco Guell. È una zona tranquilla e residenziale, i prezzi degli hotels e degli ostelli sono economici, tuttavia è parecchio distante dal centro.

Matteo Rigiroli

Previous Open Day liceo Tosi: una giornata nella Scienza
Next Star Wars 8: luci ed ombre di un grande film

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *