Besançon: una città tutta da scoprire


????????????????????????????????????

Gli studenti di 3blf sono andati a visitare la città di Besançon, una delle città più importanti della Francia.

Se andiamo a visitare questa città, dobbiamo conoscere gli elementi che caratterizzano Besançon e la sua storia.

Besançon è un comune della Francia orientale, prefettura del dipartimento del Doubs, nella regione della Borgogna-Franca Contea. Situato ai margini del massiccio del Giura, è circondato da colline ed è attraversato dal Doubs.

Ha svolto un ruolo molto importante dell’era gallo-romana sotto il nome della città di Visontio.

È stata scelta da Cesare perché era semplice da difendere e aveva una posizione strategica.

È formato da una cittadella fortificata da Vauban nel XVII secolo.

Se visitiamo, la città possiamo trovare la Porta Nera: è chiamata così perché nel Medioevo è diventata nera a causa dell’inquinamento.

Fu costruito per ringraziare Marco Aurelio per aver liberato la Francia dalla barbarie.

I personaggi più famosi sono Victot Hugo e i fratelli Lumieres: sono ben noti come Alessandro Manzoni e Ugo Foscolo in Italia.

Ma Besançon è noto per il primato dell’orologeria al quale è dedicato  un museo.

E ‘stato costruito da Nicola Granvelle che era un personaggio vicino a Charle Magne.

Se visitiamo questo museo possiamo osservare i progressi compiuti dalla storia dell’orologeria.

L’orologio da tasca enfatizzava il rango sociale delle persone.

Prima abbiamo usato i cadetti del sole che si trovavano sotto edifici pubblici.

I cadis soleis sono formati da una bussola per orientarsi correttamente e con precisione.

Costruiamo quindi clessidre in vetro o cristallo.

L’orologio consisteva in 3 elementi più importanti:

1. elemento motere- energia

2. escappements- trasmette ritme

3. elemento normativo

Besançon è la capitale dell’orologeria  perché dipendeva  dall’ Inghilterra  e dalla Svizzera.

Grazie a ciò, sono state formate  scuole per costruire orologi.

Il museo è molto grande e la visita, grazie al coinvolgimento della guida, non annoia

Se sei un appassionato di orologeria, il museo è il posto giusto.

Alabi Wendy, Bono Rebecca, Pagani Valentina, Ruscica Fabiana

Previous Besançon: une ville à découvrir
Next Dai Rolling Stones a Gianna Nannini:la vita da manager

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *