PAOLO BARBIERI: I DISEGNI PRENDONO VITA


Paolo Barbieri, nato a Mantova il 13 agosto 1971, è un illustratore italiano, noto soprattutto per aver lavorato ai disegni  dei libri della scrittrice italiana Licia Troisi.

Barbieri ha iniziato ad appassionarsi al disegno quando, ancora bambino, nel 1978, con la comparsa in televisione di un cartone animato giapponese, Atlas Ufo Robot, del maestro Go Nagai, comincia a ritrarre l’eroe spaziale ovunque, e in qualunque modo.

Frequentando l’Istituto d’arte di Mantova e un’accademia di Milano approfondisce alcune tecniche di disegno, tra cui l’aerografo. “Dopo gli studi accademici ho seguito un percorso di apprendimento da autodidatta. Vista la mia passione per la fantascienza mi sono subito avvicinato a scrittori di libri fantasy: i miei disegni sono solitamente creature immaginarie dall’aspetto, direi, unico e stravagante” dice Barbieri.

Nel 1996 inizia a collaborare con delle case editrici realizzando copertine di libri e illustrazioni per fascicoli di vario genere. Il suo successo vero e proprio però comincua quando, nel 2004, realizza la copertina del libro di Licia Troisi, Nihal della terra del vento. Con la scrittrice italiana continua a collaborare anche in seguito, portando in vita i suoi personaggi.

“Io di solito non seguo regole precise. A volte faccio lo schizzo su carta, a volte direttamente in digitale, e in altri momenti inizio col colore, come se eseguissi una tela impressionista. Il mio istinto la fa da padrone e, non avendo mai seguito corsi particolari, il mio spirito da autodidatta sceglie spesso strade libere. I procedimenti che posso seguire sono vari, che si tratti di copertina, disegno libero o immagine per un libro illustrato. Nei libri illustrati la casa editrice mi concede sempre grande libertà. Nelle copertine il procedimento varia a seconda delle richieste, che possono essere più o meno specifiche. Non bisogna infatti dimenticare che nel mio lavoro è necessario soddisfare le richieste dei committenti, quindi la mia interpretazione di un soggetto deve essere approvata da più persone” dice Barbieri.

L’illustratore  ha lavorato anche con scrittori di differenti nazionalità come il noto scrittore americano George R.R. Martin, autore de Il Trono di spade o Cassandra Clare, autrice della celebre saga Shadowhunters.

Dopo aver lavorato ai libri illustrati  delle Cronache del Mondo Emerso, Barbierisi è dedicato a opere personali, pubblicando i libri illustrati Favole degli dei, l’Inferno di Dante e  l’Apocalisse. Queste le parole dell’illustratore in proposito: “L’apprezzamento del pubblico per il mio lavoro fu tale che, con la casa editrice (Mondadori), decidemmo di realizzare il mio primo progetto per così dire da ‘solista’, intitolato Favole degli Dei , uscito nel 2011, in cui, oltre a disegnare le illustrazioni, ho scritto anche i testi. In questo libro ho reinterpretato gli Dei e le creature dell’affascinante mitologia greca”.

Nel 2012, sempre per Mondadori, è uscito L’Inferno di Dante illustrato da Paolo Barbieri; inutile dire quanto sia stato importante ed emozionante per me confrontarmi con una delle opere letterarie più importanti di tutti i tempi.
Nel 2013 invece è arrivato in libreria Apocalissein cui ho cercato di evolvere il mio stile verso un’arte più simbolica e metafisica, ma senza dimenticare la mia ‘classica’ base fantasy. “
L’autore confessa inoltre di aver desiderato di poter realizzare la copertina de Il signore degli anelli, uno dei pilastri del fantasy, ma di non averne avuto l’occasione.

In seguito ad Apocalisse Barbieri ha deciso di dedicare un libro alle fiabe classiche ma rivisitate in chiave “dark”, intitolato Fiabe immortali: “Dopo aver realizzato per Mondadori gli ultimi due libri illustrati avevo bisogno di “staccare” cercando in una direzione meno drammatica, e l’idea delle fiabe è scaturita quasi automaticamente, forse proprio per bilanciare due libri in cui i temi conduttori erano distruzione e disfacimento. Dopo qualche schizzo e disegno, ho proposto l’dea alla casa editrice che ha accettato il progetto”.

Barbieri ha collaborato a lungo con la casa editrice Mondadori per realizzare i propri progetti, solo nel 2015  per la prima volta ha realizzato per la casa editrice Lo Scarabeo i Tarocchi e Zodiac, un libro illustrato rappresentante lo zodiaco in maniera unica e originale, attraverso strane creature umanizzate.

La passione che Barbieri inserisce in ogni suo disegno è qualcosa di davvero speciale, che rivela il talento indiscusso di un illustratore geniale.

 

Previous LICIA TROISI: AI CONFINI DELLO SPAZIO E DELL'IMMAGINAZIONE
Next Riccardo Regattieri: una giovane promessa della pallavolo

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *