LICIA TROISI: AI CONFINI DELLO SPAZIO E DELL’IMMAGINAZIONE


Licia Troisi, nata a Roma il 25 novembre 1980, è considerata la regina incontrastata del fantasy italiano e possiede un dottorato in astronomia. Ha frequentato il liceo classico Emmanuel Kant di Roma, si è laureata in fisica con indirizzo astrofisico, è sposata e ha una figlia, Irene.

“Ho iniziato a dilettarmi di scrittura più o meno quando ho imparato a leggere. Le prima favolette che ho scritto risalgono al 1987 e, per gioco, le avevo raccolte in un volume rilegato in cartoleria che avevo intitolato Le Mille e una…Licia, un titolo per nulla pretestuoso. A otto anni ho scritto un “romanzo”, anche quello i miei l’hanno fatto rilegare, e ora sta nello scaffale più alto della mia libreria. È lungo la bellezza di venti pagine e si intitola Sindy e Mindy; ha le atmosfere ispirate al cartone animato strappalacrime che seguivo all’epoca, Lovley Sarah”racconta Licia.

Durante il liceo Licia scrive un diario e qualche racconto e prova a cimentarsi con la poesia, un ambito dove lei stessa si autodefinisce con umorismo “proprio negata”. In quegli anni, però, le manca una grande storia intorno alla quale sfogare la sua voglia di scrivere.

A 21 trova l’ispirazione iniziando a scrivere le Cronache del Mondo Emerso, il libro che in assoluto le ha permesso di raggiungere la vetta del successo, divenendo famosa in tutta Italia e nel mondo.

Le cronache sono una trilogia costituita dai volumi che si intitolano rispettivamente Nihal della terra del vento, La missione di Sennar, Il talismano del potere: “Mi ci è voluto un anno e mezzo per finirle e sei mesi per fare una prima approssimativa correzione, dopo di che, senza troppe speranze, ho spedito il manoscritto all’unica casa editrice di cui conoscessi l’indirizzo, la Mondadori. Dopo tre mesi mi è arrivata la fatidica telefonata e ad aprile del 2004 il mio libro è arrivato in libreria”, racconta Licia.

In seguito al successo ottenuto con le Cronache, che sono entrate nel cuore di milioni di lettori in tutto il mondo, Licia scrive altre trilogie come le Guerre del Mondo Emerso e le Leggende del Mondo Emerso. Lo scenario fantastico è lo stesso ma cambiano epoca e personaggi.
Anche con i Regni di Nashira (4 libri) Licia riesce a farsi strada nella concorrenza del fantasy italiano dimostrando ancora una volta il suo talento unico e autentico.

Oltre ai libri fantasy, Licia Troisi ha scritto anche un libro di astrofisica intitolato “Dove va a finire il cielo”, dicendo “Tutto è cominciato quando avevo undici anni, con un documentario sulla vita e il lavoro di Stephen Hawking. Tuttora, quando di sera esco e alzo gli occhi al cielo, sono sempre le stesse emozioni che mi accompagnano: meraviglia e un po’ di paura. È come se vedessi tutto: le infinite galassie che popolano il vuoto cosmico, i buchi neri, e più oltre, a circondarci come un guscio, la radiazione cosmica di fondo, la nenia celeste da cui tutto è venuto. Visto da lontano, il cielo è l’immagine della pace. Lì, invece, accadono cose di una violenza inaudita: miriadi di stelle che nascono e muoiono, la materia che si forma e si scompone, secondo un meccanismo perfetto. È uno spettacolo che non smette di affascinarci, sempre intriso di mistero e, per quanto si cerchi di esplorarlo, ogni risposta conduce solo ad altre domande. Sembra un gioco costruito apposta per noi, un enigma del quale non riusciremo mai a trovare davvero la soluzione, ma il divertimento sta proprio in questo: potremo continuare a giocare in eterno. E io questo gioco ve lo voglio raccontare.”

Di recente ha lavorato inoltre ad altri 2 libri che faranno parte di una trilogia che deve ancora uscire per intero, la Saga del dominio, dove si mescolano sconfinata fantasia e inesauribile avventura che lasciano il lettore con il fiato sospeso fino all’ultima pagina. Tutti i libri di Licia Troisi lasciano questa sensazione e, alla fine, speranza e amaro in bocca allo stesso tempo. I personaggi di cui Licia racconta non sono mai banali, anzi sono dei personaggi incredibilmente complessi che imparano e cambiano continuamente nel corso della loro storia. Sono personaggi che sono in grado di utilizzare le proprie doti, di riflettere e maturare: è forse per questo motivo che i libri della Troisi sono molto apprezzati soprattutto da un pubblico adolescente.

In generale i giovani sono più propensi degli adulti ad ascoltare una storia fuori dall’ordinario con personaggi che non sanno bene quale sia il loro posto nel mondo, che non si credono all’altezza di molte situazioni, che commettono errori e ai quali il mondo sembra dare continue responsabilità. Ciò che però fa davvero piacere leggere sono le loro trasformazioni e la fine delle storie che Licia costruisce intorno ad essi, quando realizzano il proprio destino con le proprie forze e dimostrano di essere degni del mondo di cui fanno parte.
Anche le ambientazioni fantastiche in cui queste storie avvengono contribuiscono a creare un mondo nel quale ci si può rifugiare, anche se per poco, quando la vita reale ci opprime. Ogni lettore fantasy ha un “regno fantasy” che sembra essere stato fatto interamente per lui. In esso egli rivede se stesso in un determinato personaggio e finché gli occhi rimangono incollati alle pagine le emozioni, i sentimenti, le azioni di quel personaggio coincidono con quelle del lettore.

Irene, Antonia

 

 

 

Previous La musica nel cuore e un obiettivo da raggiungere: Alice si racconta
Next PAOLO BARBIERI: I DISEGNI PRENDONO VITA

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.