Nuove opportunità per il mondo: la rivoluzione del 5G


La società contemporanea ha conosciuto un netto miglioramento delle proprie condizioni di vita grazie al progresso tecnologico che è stata in grado di portare avanti. Ma tutto il progresso che possiamo vantare oggi  potrebbe rischiare di superare le reali esigenze dell’uomo e le applicazioni effettive che egli può fare delle nuove tecnologie?

Poichè non è possibile arrestare lo scorrere del tempo o impedire alle persone di vivere, lavorare, sperimentare, non si può certo pensare che se il mondo va avanti, lo si lasci impreparato a fronteggiare le nuove e sempre maggiori richieste della sua società. Se il mondo si muove, cambia, si evolve, con lui anche l’uomo e la tecnologia, che, per essere sfruttata al meglio, deve disporre di condizioni di velocità, precisione, affidabilità e reperibilità. Per questo nasce la rete 5G, la quinta generazione nell’ambito della rete mobile, che apporta un netto miglioramento prestazionale e numerosi vantaggi significativi alle tecnologie dei più disparati campi.

Quali sono le caratteristiche rivoluzionari del 5G?

Se fino ad ora, passando di generazione nei sistemi di rete “G”, è bastato aggiungere una nuova caratteristica distintiva, che accompagnasse i dispositivi per le quali venivano presentate, conservando le caratteristiche della precedente, il 5G è molto più di un 4G+1 e segna quindi un incredibile punto di discontinuità rispetto al percorso evolutivo, pressoché lineare, verificatosi dai passaggi di rete precedenti. Questa volta si tratta a tutti gli effetti, di una rivoluzione sia nei paradigmi di comunicazione, che nell’architettura della rete: una nuova ampiezza di banda, velocità più elevate e una latenza nettamente inferiore rispetto agli standard precedenti, fanno del 5G una vera e propria riforma della connettività.

Incrementi rispetto al 4G:

  • Trasferimento di volumi di traffico 1000 volte superiore;
  • Latenza di almeno 5 volte inferiore;
  • Velocità trasmissiva 10-100 volte superiore;
  • Numero di dispositivi in rete 10-100 volte superiore;
  • Estensione del ciclo di vita dei dispositivi;
  • Disponibilità tipica del mondo IT.

A quali tecnologie sarà applicata la nuova rete?

Intelligenza artificiale, realtà virtuale e aumentata, robotica, Internet of Things e sensoristica: tutte le nuove tecnologie saranno interessate dall’avvento del 5G, che impatterà di conseguenza ogni ambito di applicazione del digitale. Servizi come la telefonia via IP, la videoconferenza e le infinite soluzioni gestite attraverso sistemi di cloud computing, già sensibilmente migliorati con le reti 4G, registreranno un ulteriore passo in avanti sotto il profilo prestazionale. Non meno rilevante potrà essere l’apporto delle nuove reti sul fronte dei tool di data analytics per la gestione e l’elaborazione dei Big Data.

In quali settori verrà impiegata?

Grazie alle potenzialità fornitogli dalla rete 5G, i nuovi dispositivi tecnologici semplificheranno e innalzeranno ulteriormente la qualità di vita, favorendo i più disparati campi: trasporti, sanità, finanza, industria, servizi pubblici, turismo, agricoltura e scuola.

  • Smart cities, interconnessioni in tempo reale su sicurezza, traffico, previsioni meteo, connessioni impianti illuminazione
  • Auto a guida autonoma, collegamento in tempo reale sensoristica macchine-strade-pedoni, autocontrollo, reazione al pericolo, programmazioni gps
  • Consulenze mediche da remoto, scambio dati sanitari
  • Interventi chirurgici, collegamento da remoto del chirurgo che esegue l’operazione guidando un robot o altre equipe
  • Turismo, visite guidate, aggiornamento dati in tempo reale, informazioni
  • Controllo impianti medici vitali, supporti visivi interconnessi, protesi meccaniche
  • Impianti di sicurezza, telecamere, sensori, dispositivi iot
  • Sensori applicati a piante ed animali per monitorare stato di salute o spostamenti,
  • Sensori che monitorino le acque di laghi e fiumi, rischi di esondazioni, terremoti
  • Risposta tempestiva alle emergenze, controlli in tempo reale e richieste d’aiuto
  • Manutenzione impianti aziendali e segnalazione di problemi in tempo reale
  • Droni per le consegne, la sorveglianza e il soccorso
  • Lezioni e conferenze da remoto in ogni zona del mondo

Altre opportunità aggiuntive?

Se consideriamo la richiesta di determinate caratteristiche nei dispositivi che dovranno supportare la rete 5G, che porterà alla creazione di nuovi supporti tecnologici, e all’eventuale miglioramento di strumenti già idonei, otteniamo, come altro punto a favore, l’incentivazione all’innovazione e alla produzione, che favorirà col tempo la nascita di nuovi impieghi e la disposizione di oltre 22 milioni di posti di lavoro.

Tutto rose e fiori?

Nonostante possa sembrare tutto pronto per portare il mondo intero ad un livello superiore dove tutti sono connessi e proiettati verso il futuro, non mancano i lati oscuri, come ad esempio il digital divide. Così come per le precedenti innovazioni a livello di connessione, anche il 5G non sarà graduale ma partirà dai grandi centri, in seguito arriverà in zone rurali e solo tardivamente si tenterà di raggiungere anche le zone del mondo meno abbienti. Tuttavia, l’esperienza del passato ci fa sperare che la transizione sarà più veloce e lascerà meno zone scoperte che, proprio per il loro non essere urbanizzate, necessitano di più servizi.

Un’altra questione suscitata dall’introduzione delle tecnologie di quinta generazione, è la sicurezza dei campi elettromagnetici. Considerando che ogni rivoluzione tecnologica è affiancata dalla nascita di una serie di preoccupazioni ad essa legate è sempre opportuno svolgere ricerche mirate e verificarne la veridicità al fine di non suscitare inutili fobie, come l’assurda idea che il 5G possa essere stato strumento di trasmissione del Covid19. A tal proposito riferisco la smentita della dannosità della rete wireless 5G, per la quale, studi condotti da istituti della sanità, hanno assicurato che le antenne 5G e le relative emissioni rispettano le linee guida internazionali (Iarc e Oms) e non generano rischi per la salute.

Elisa Prastaro, 3F, 2020/2021

Previous UN SOGNO DIVENTATO REALTÀ: L'AEREO
Next I dolori del giovane Werther

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *