Viaggio a Barcellona – Sagrada Familia


Cosa vedere a Barcellona

Le attrazioni che la città offre sono molto numerose, per questo motivo consiglio una visita dai tre ai cinque giorni. Barcellona è un una città piuttosto cara, non tanto per il costo della vita in sé, ma per il fatto che tutte le attrazioni sono a pagamento, dalle basiliche ai musei. Andiamo ora a scoprire quali sono le migliori, quali vale veramente la pena visitare e quali invece, a mio parere, potrebbero anche essere tralasciate.

Sagrada Familia: simbolo indiscusso della città, la Sagrada Familia è l’opera che ha reso celebre nel mondo Antoni Gaudi e il modernismo. La costruzione, iniziata nel 1882, dovrebbe terminare, nella migliore delle ipotesi, nel 2026, in occasione del centenario della morte di Guadi e ben 144 anni dopo la posa della prima pietra. L’opera appare maestosa anche da lontano, è infatti visibile da entrambe le colline che circondano Barcellona. Le torri misurano 115 metri, ma la torre più alta, quella dedicata a Gesù Cristo, misurerà, non appena terminata, ben 172 metri, il che renderà la Sagrada Familia l’edificio religioso più alto di tutta l’Europa.

  1. Interno della Basilica: l’interno è stato concepito da Gaudi come un gran bosco, questo parte dalla pianta a croce latina e si innalza attraverso colonne arborescenti a doppio giro, di 15 metri nelle cantorie fino ai 75 metri nell’abside. Le enormi vetrate, a motivo floreale, permettono l’entrata della luce naturale. Il soffitto inoltre, appare come un enorme prato colmo di fiori.
  2. Abside: l’abside è composto dal presbiterio e dall’ambulacro che lo circonda, sette cappelle absidali e una cantoria. Sopra l’altare spiccano l’organo, l’altare di porfido e il baldacchino con il Cristo in terracotta che lo precede.
  3. Cripta: la cripta, con volta a botte, è ben illuminata grazie alle numerose vetrate laterali. Presenta sette cappelle, ognuna dedicata a un esponente della famiglia di Gesù Cristo. L’altare della cripta è presieduto da un bassorilievo.
  4. Tomba di Gaudi: si trova all’interno della cripta. Su di essa troviamo inciso:

    «Antoni Gaudi Cornet. Da Reus. All’età di 74, uomo dalla vita esemplare, e straordinario artigiano, autore di quest’opera meravigliosa, la chiesa, perì religiosamente a Barcellona nel decimo giorno del giugno 1926: da questo momento innanzi le ceneri di un così grandioso uomo attendono la resurrezione dei morti. R.I.P.»

  5. Facciata della Natività: è la facciata est, costruita finché Guadi era ancora in vita, rappresenta la nascita di Gesù. È un inno alla vita, un canto allo splendore della natura.
  6. Facciata della Passione: è la facciata ovest. Dedicata alla passione, morte, resurrezione e ascensione al cielo di Gesù Cristo. Composta da un gran Nartece sostenuto da sei colonne e da un secondo nartece di diciotto colonne, è un ricordo alla sofferenza e all’umiltà.
  7. Sacrestia: chiamato anche Chiostro della Santa Maria dei Dolori, è una dipendenza ampia e luminosa dove i sacerdoti si preparano per celebrare la messa.

Per visitare l’interno della Sagrada Familia, sono disponibili numerose tipologie di biglietti a tariffe differenti in base a quello che vi è permesso vedere. Scopriamo insieme quali sono:

Tipologia di Biglietto

Costo Biglietteria Costo On line

Cosa Include

Accesso Standard

18€ 15€

La visita interna alla basilica

Visita Audioguidata 29€ 22€

La visita interna alla basilica con audioguida

Visita Guidata 32€ 24€

La visita guidata all’interno della basilica

Visita “Opere e Vita di Gaudi”

42€ 34€

La visita interna alla basilica con audioguida + accesso al museo

Accesso alle Torri 35€ 29€

La visita interna alla basilica con audioguida + accesso alle torri

N.B. Questi prezzi indicano la tariffa per una persona adulta, vi sono agevolazioni per:

  • I minori di 11 anni e i disabili, che entrano gratis;
  • Gli studenti e i minori di 30 anni, che hanno uno sconto di circa il 10% sul totale del biglietto per adulto;
  • I pensionati (<65 anni), che hanno uno sconto di circa il 20% sul totale del biglietto per adulto.

Lascio alcuni link dove potete avere maggiori informazioni e/o acquistare i biglietti on line:

Matteo Rigiroli

Previous Presentazione progetto Green School
Next UN NUOVO CONCERTO È UN CONCERTO NUOVO

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *